directory       contattaci     preferiti     chi siamo

 


Ladri di meteoriti

Le elevate quotazioni del materiale extraterrestre incrementano i casi di furto

economia Avete presente la corsa all'oro del 1849, quando decine di migliaia di americani partirono per il West alla ricerca dell'oro?
Per la maggior parte dei fortyniners finì male. Così come la corsa al petrolio alla fine del secolo scorso, sempre negli Usa.
Ora che l'oro e il petrolio sono industrie più consolidate, che le praterie di internet, come ama ripetere Elserino Piol, il più noto venture capitalist italiano, sono state occupate,

cosa resta di prezioso da scoprire? L'intero pianeta è stato esplorato in lungo e in largo, sopra e sotto. Nessuno nutre più il sogno di arricchirsi scoprendo una miniera di diamanti o l'isola del tesoro, perché sono già stati tutti scoperti. Cosa resta di raro e prezioso, su questo mondo?

A pensarci bene, qualcosa c’è. Si tratta dei meteoriti, che nessuno ha ancora pensato di andare a cercare nell'universo. Per averli ci sono solo due modi. O avere la fortuna di trovarli nel proprio giardino di casa, o rubarli. La prima ipotesi è piuttosto remota: di meteoriti ne piovono molti sulla terra, ma purtroppo arrivano polverizzati. Quei pochissimi che arrivano intatti - statene certi - non piomberanno nel vostro giardinetto.

Ecco allora che la maggior parte dei cercatori di meteoriti ha scelto la seconda via: rubarli. Ma cosa spinge i Lupin del nuovo millennio a trascurare tesori, gioielli e opere d'arte, a vantaggio dei meteoriti?

La risposta ha carattere economico. I meteoriti sono, in relazione al peso, gli oggetti più preziosi del mondo. Quanto preziosi? Tremila volte il valore dell'oro, 30 mila euro al grammo. Capite bene che basta un meteorite da un etto per vivere di rendita.
Trovato - o rubato - il meteorite, occorre però venderlo, prima di potersi comprare un'isoletta alle British Virgin Island dove trascorrere nel lusso il resto dei propri giorni. Ed è proprio qui che entra in gioco internet.
"Internet ha incredibilmente migliorato i sistemi di comunicazione, e le persone sono in grado di acquistare e vendere meteoriti e pietre lunari a livello internazionale" spiega Monica Grady, responsabile del Programma meteoriti e micro-meteoriti del Museo naturale nazionale di Londra. L'aumento del numero di collezionisti ha per di più stimolato i furti. Dato il valore di questi "sassi", l'attività criminale non può chee aumentare.

I colpi più degni di nota sono stati messi a segno negli ultimi sei mesi. Il primo pezzo, parte di un bottino di 150 pietre lunari e altre specie minerali rubate in Sudafrica, ha un valore "scientificamente inestimabile". Il secondo grande furto ha invece avuto luogo in Germania, a danno di un collezionista privato, che un bel giorno al posto del suo meteorite, noto come Ramsdorf, ha trovato un sasso qualunque. I ladri non hanno portato via nient'altro, segno che il bersaglio era esclusivamente il meteorite.

Le pietre spaziali non hanno però solo un valore economico. Alcuni esemplari, che incorporano granelli di pietre di età lontanissime, rimasti inalterati per milioni di anni, rappresentano una miniera anche per gli scienziati. Miniera d'informazioni, s'intende. I 16 meteoriti di Marte, per esempio, sono alla base dell'idea che sul pianeta rosso ci sia, o ci sia stata, qualche forma di vita. Saranno loro il prossimo bersaglio? Se le trovate all'asta su internet, vorrà dire che Lupin ha colpito ancora. Ma state attenti a non acquistare dei falsi. Vi potrebbero costare davvero cari.

____________

Il contenuto in quest'area e' stato liberamente tratto dal web senza riuscire a risalire agli autori. Siamo a disposizione di aventi diritto per l'eventuale richiesta di rimozione. Clicca qui per contatti.



home page

home page

indice della sezione

indice argomento





 

Personal Trainer

 
 
 
 

[home page]