directory       contattaci     preferiti     chi siamo

 


La moderna teoria delle scelte di portafoglio

La moderna teoria delle scelte di portafoglio

economia A partire dagli anni ’50 si è sviluppata la moderna teoria delle scelte di portafoglio, grazie al lavoro di Tobin, secondo cui le decisioni vengono prese tenendo conto di 2 problemi:

a) la “massimizzazione del rendimento” delle attività finanziarie;
b) la “rischiosità dell’investimento finanziario”, che dà importanza all’attitudine degli operatori al rischio (che è soggettiva).

Uno dei risultati fondamentali ottenuti da questa teoria è che non conviene agli operatori investire in un’unica attività, bensì è meglio diversificare il proprio portafoglio per ridurre la rischiosità (per coloro che sono avversi al rischio): da qui emerge una domanda di moneta, in quanto è un’attività finanziaria sicura, anche se ha un rendimento pressoché nullo. Quindi:

 il portafoglio è determinato secondo un “trade-off tra rischio e rendimento”;

 “la moneta è un’attività finanziaria sicura”, che riduce la rischiosità complessiva ma che è dominata da altre attività finanziarie sicure che hanno un rendimento maggiore (ES: titoli di Stato a breve termine).

L’allocazione dipende anche dalla ricchezza complessiva dei soggetti.

____________

Il contenuto in quest'area e' stato liberamente tratto dal web senza riuscire a risalire agli autori. Siamo a disposizione di aventi diritto per l'eventuale richiesta di rimozione. Clicca qui per contatti.


« Indietro Continua »

home page

home page

indice della sezione

indice argomento





 

Personal Trainer

 
 
 
 

[home page]