directory       contattaci     preferiti     chi siamo

 


Verso

Glossario di metrica, definizione di: Verso

Si può definirecome un'unità delimitata di parole che rientrano in uno schema metrico ein uno schema ritmico. I versi si dicono piani, se l'ultima parola èpiana, tronchi, se l'ultima parola è tronca, sdruccioli, se l'ultimaparola è sdrucciola. Per contare le sillabe di un verso occorre tenerpresente, oltre alla dialefe, sinalefe, dieresi, sineresi, anchel'accentazione dell'ultima parola del verso: se l'ultima parola è piana(cioè ha l'accento sulla penultima sillaba), il verso ha il numero disillabe indicato dal nome (settenario, endecasillabo, ecc.); se l'ultimaparola è tronca (ha l'accento sull'ultima sillaba), il verso ha unasillaba in meno rispetto a quello indicato dalla nomenclatura; se l'ultimaparola è sdrucciola (è accentata sulla terzultima sillaba), il verso hauna sillaba in più rispetto a quello indicato dal nome. 1 versi prendonoil nome dal numero delle sillabe che li costituiscono: ternario (tresillabe), quaternario o quadrisillabo (quattro sillabe), quinario (cinquesillabe), senario (sei sillabe), settenario (sette sillabe), ottonario(otto sillabe), novenario (nove sillabe), decasillabo (dieci sillabe),endecasillabo (undici sillabe); i versi con un numero superiore di sillabesono definiti versi doppi, i più importanti sono il senario doppio e ilsettenario doppio (o verso martelliano). Ogni verso ha una particolareritmica, dovuta alla posizione degli accenti.


____________

Il contenuto in quest'area e' stato liberamente tratto dal web senza riuscire a risalire agli autori. Siamo a disposizione di aventi diritto per l'eventuale richiesta di rimozione. Clicca qui per contatti.



home page

home page

indice della sezione

indice argomento





 

Personal Trainer

 
 
 
 

[home page]