menu
   
                   i miei siti
    
  
                     dmoz editor

 

 

 

Ci sono 31 post totali in 4 pagine e tu sei a pagina 3


vuoi la mia ADSL? (2) - martedì 13 aprile 2004

squilla il telefono in un attimo che era caduta la connessione internet.
- (io) Pronto
- (operatrice) Salve sono di telecom italia la chiamo per informarla della nostra nuova oferta con l'ADSL di telecom...
- (io interrompendola) Guardi che la zona non è raggiunta dal servizio!
- (operatrice) si, infatti volevo proporle l'ADSL satellitare!
- (io) Satellitare? Non non mi interessa da problemi con l'upload via ftp dal mio client verso il server!
- (operatrice "udibilmente" senza parole)... (leggi tutto)
  

vuoi la mia ADSL (1) - lunedì 12 aprile 2004

Squilla il telefono di casa (solitamente sempre occupato visto che sono connesso quasi 24h su 24h).
- (io) Pronto
- (operatore) Pronto sono un operatore di Libero Infostrada, è lei che usa solitamente internet? Perchè vedo che si è connesso anche con libero...
- (io) A dire il vero ultimamente molto poco!
- (operatore ridacchiando) ah certo perchè adesso si paga!
- (io) Si?! Perchè prima era gratis? Veramente... (leggi tutto)
  

maledetta tecnologia - domenica 11 aprile 2004

Maledetta tecnologia! Sono invaso da pc, masterizzatori, palmari, e quanto di meglio ci sia. E per ogni ora di lavoro, ne spreco 2 per risolvere problemi al pc, problemi al palmare, bakup (che non so più dove farli visto che l'hd continua ad aumentare ma i cd restano sempre gli stessi!). (leggi tutto)
  

google vittima del proprio successo? - domenica 7 dicembre 2003

Da tempo google è divenuto IL motore di riceca, tuttavia non sarei così convinto del fatto che resterà tale ancora a lungo. Con l'applicazione di un nuovo filtro ed un nuovo algoritmo sta creando non pochi dissesti in questi ultimi 30 giorni. Numerosi siti sono spariti dalle serp per le key più importanti. Con la "scusa" di eliminare i siti che facevano solo spamming sporcando le serp, numerosi altri ne sono andati di mezzo, o ne stanno andando. Con target mutati e fasce di utenza che non trovano più quel che cercano. Qualche "maligno" sospetta che sia una manovra studiata da G per incrementare le vendite con il su adwords, per le key più importanti (le stesse, anzi...

(leggi tutto)
  

il guardiano del faro cambia b-log - domenica 7 dicembre 2003

Ultimamente mi sono reso conto che scrivevo veramente poco nel mio b-log (ilguardianodelfaro.splinder.it) certamente per mancanza di tempo, ma anche perchè l'avevo improntato in maniera troppo ampia e, quando si vuol parlare di tutto, si finisce col non parlare di nulla! In una pausa-studio per il mio prossimo esame (ndr. fisiologia), ho deciso di restringere il campo, piuttosto che abbandonare definitivamente il b-log. Ho dunque "aperto" questo nuovo spazio, new economy. Un modo un po' ironico per allacciarmi alla linea di "condotta" di questo diario di navigazione. Mi lascerò andare... (leggi tutto)

  

giornalisti, worm, utonti e virus - lunedì 25 agosto 2003

Proprio in queste ore sto ricevendo valanghe di mail contenenti virus e worm da parte di centinaia (lo giuro sono centinaia) di utonti che, una volta acquistato un pc, si limitano ad usarlo alla stregua di una calcolatrice, una macchina da scrivere o poco più! Il pensiero non può che correre all'esimio dott. xxxxx (vedi sotto) che, qualche giorno fa, rendeva pubblica la sua più totale ignoranza ed incompetenza del mondo tecnologico e di buona parte delle risorse offerte da internet, nel suo goffo tentativo di
spiegare e criticare (oltre che deridere) i blogger tutti. La sua attività è, per gli addetti ai lavori, alla stregua dei personaggi da lui criticati... (leggi tutto)

  

giornalisti scarsamente informati ed un po'... - sabato 23 agosto 2003

giornalisti scarsamente informati ed un po' "impauriti" , provano a spiegare cosa siano i b-log!!!

Come anticipato poco più in basso, ecco la mia replica ad un articolo del Corriere della Sera che prova a spiegare il fenomeno b-log. Come sempre un vecchio adagio "chi sa fa e chi non sa insegna" (o almeno ci prova), basterebbe a riassumere il tutto. Ma ho 10 minuti e voglio essere più esaustivo. In questo articolo a firma "Paolo di Stefano", si cerca di spiegare questa nuova mania che sta riscuotendo un certo disprezzo e disagio da parte di alcuni giornalisti (non certo di rango elevato) che temono l'avanzata inarrestabili di chi, senza essere iscritto all'albo, si prende la libertà di scrivere, e rendere pubbliche, idee, esperienze, diari di viaggio, posizioni politiche e quant'altro. Ripeto... certo nessun giornalista di spicco si sentirebbe minacciato da un blogger qualsiasi, ma... se uno non occupa che ruoli marginali (e sia chiaro non mi riferisco al dott. di Stefano) magari sente un po' traballare il suo scranno, anche perchè... qualche b-logger tende ad abbandonare il web per la "più nobile" carta stampata (vedi Selvaggia Lucarelli). E questo fa preoccupare i "precari" del giornalismo. Le penne ingamba... assolutamente non se ne preoccupano. Ma... esaminiamo più nel dettaglio l'articolo, che inizia col contestare l'uso smodato di alcuni segni d'interpunzione fra i b-logger, senza ricordare ai giornalisti (e già Beppe Grillo lo fece tempo fa) di come loro abusino (erroneamente) delle congiunzioni come inizio dei titoli dei loro articoli. L'articolo continua senza mai linkare i blog incriminati e chiamati (leggi tutto)

  

giornalisti sempre più (in)capaci - sabato 19 luglio 2003

Avevo già scritto del danno arrecato alla tecnologia, e a noi utilizzatori della rete, da parte degli utonti. La cosa sconcertante è quanti di questi utonti facciano i giornalisti, e provino a diffondere il verbo della loro (in)competenza, proprio on line. Vi riporto un estratto di una nuova chicca, la cui versione integrale potete... (leggi tutto)

  

Libero.it con le pezze - giovedì 3 luglio 2003

Libero.it si "affilia" a google, promuovendo il suo adsense, e spacciandolo per un servizio in più offerto a chi utilizza lo spazio free di libero per costruire il proprio sito personale. In altri termini, uno dei pochi ad offrire spazio gratuito privo di irritante pubblicità, cede alla vecchia linea per far comparire messaggi promozionali che, in realtà, sono di google e, per i quali, percepirà una revenue. Questo fa capire quanto siano a terra, e quanto poco competitivi e privi di fantasia siano stati e continuino ad essere. Ma, la cosa che più mi fa ridere è il fatto che, lo ripeto, cerchino di far passare la cosa come un "vantaggio" per l'utente, che vedrà arricchito il suo sito con un bel po' di pubblicità. Fortuna che l'acquisto di domini e spazio è, ormai, accessibile a tutti, sia dal punto di vista del costo che della semplicità! Auspico dunque un rapido abbandono dei digilander verso uno spazio proprio, magari da ripagare proprio con l'adsense di google cui tutti possono accedere. Presto anche dall'Italia. Vedremo poi, dopo i banner... (leggi tutto)

  

siae, copiright, e nuove leggi - lunedì 28 aprile 2003

Al varo, anzi ormai varata, la nuova legge che inasprisce le pene per chi acquista (sino a 1000 euro di multa per i recidivi) e per chi vende (anche il carcere) CD e DVD pirata. Ora... possibile che a questi geni non venga in mente che magari 20 e + euro per un CD sono un po' troppi ed è normale che la gente cerchi altrove il modo di procurarsi la musica o i filmati?! Non dico che sia giusto o corretto, ma visto che i costi di produzione (non produzione della musica ma del supporto) sono irrisori, non sarebbe più intelligente provare a massimizzare i guadagni abbassando i prezzi ed aumentando le vendite? Ne guadagnerebbero tutti e risolverebbero in un baleno il problema della pirateria. Non vorrei essere frainteso. Comprendo benissimo la serietà dei diritti d'autore e quanto giusto sia tutelarli, ma non certo con misure che CERTAMENTE non riusciranno a tamponare il fenomeno. Anche perchè... questi stramaledetti diritti, sono veramente poco "d'autore" considerando la percentuale percepita da questi ultimi sul ricavato delle vendite. Penso che se vendessero i CD o i DVD a 10 euro tutti sarebbero incentivati ad avere del materiale originale. Ma con queste pseudo violenze "legalizzate" e supportate (finanziate?!) dalle grandi case discografiche (le quali a loro volta evadono sicuramente -salvo voler fare gli ipocriti- buona parte dei proventi, perchè -anche qui stupidamente- la pressione fiscale nel nostro Paese è assurdamente... (leggi tutto)

  

Page:  << Prev  1  2  3 4  Next >>

 

    
                   mission 1

quello che voleva essere:

diario di viaggio in rete, con un occhio alle nuove frontiere, ed uno al 1999. Discussioni su internet, potenzialit ed aspetti, senza prendersi mai troppo sul serio.
    
                      mission 2

quello che sar:

Sono un gran navigatore, della rete ovviamente. Dopo vari tentativi di tenere un b-log aggiornato per pi di un mese, ho compreso i problemi dei precedenti tentativi: troppo prolisso! Essendo internet anche il mio lavoro, scrivere testi troppo lunghi, anche in un b-log, certo non agevola e non induce a tenerlo aggiornato. Ecco dunque la decisione di un b-log dalla lunga premessa ma con post brevissimi, senza troppi giri di parole. Commenti che vanno subito al sodo. Se vi piace... questo , e questo sar, finch dura ovviamente.

  

              cerca nel sito

cerca nel sito con 

 

 

0net.net ospita le seguenti aree

[0net.net] [zaurus] [salento] [NETblog] [velocipedi equestri] [fitness]