directory       contattaci     preferiti     chi siamo

 


La storia del salento

La storia del salento

Anticamente la Puglia era divisa tra Apuli, Dauni, Iapigi, e Messapi. I Greci ne colonizzarono le coste meridionali ,fondandovi Taranto, che raggiunse grande floridezza .Contro questa citta' ,assistita dal greco Pirro re dell'Epiro, scesero in guerra i Romani, i quali conquistarono la regione (III secolo a.c.).

La penisola salentina, anticamente, era chiamata MESSAPIA, cioe', terra tra due mari. Lo sviluppo della civilta' messapica abbraccia il periodo tra l'eta' del ferro (IX - VII sec a. C.) e il III sec. a. C., quando i Romani si imposero su tutta la penisola italica. Le origini del popolo messapico sono incerte, per alcuni sono Cretesi, per altri Illiriche. Di sicuro questo popolo ha avuto stretti contatti con i Greci, rapporti sviluppatisi ancor prima della colonizzazione greca, entrando spesso in conflitto con i centri della Magna Grecia ed in particolar modo con Taranto, citta' che sconfissero nel V sec. a.C.. Il periodo di maggior sviluppo della civilta' Messapica, lo si ebbe intorno al VI sec. a.C., durante il quale i Messapi, tra i principali Italici, cominciarono ad utilizzare la scrittura, servendosi dell'alfabeto greco. Maestose costruzioni, in alcuni tratti ancora ben visibili, rappresentano lo stile di vita e l'ingegno di questa popolazione.

Durante la seconda guerra punica e quindi durante la guera sociale molte citta' pugliesisi si posero contro Roma , ma questa sottomise nuovamente la Regione,che fu assai danneggiata da devastazioni e battaglie.

Caduta Roma , la Puglia passo' successivamente sotto i Bizzantini e i Normanni. Da allora condivise nell'ambito del Regno di Sicilia , di Napoli e delle due sicilie le sorti politiche del resto del Mezzoggiorno. Nell'ottocento alcuni moti di ribbellione preludevano alla caduta dei Borboni, determinata dalla spedizione dei mille (1860). Cosi' la Puglia si univa al Regno di Sardegna e quindi (1861) a quello d'Italia.

La Puglia a'¨ stata una terra di forte emigrazione. Un tempo gli emigranti si dirigevano verso le Americhe, negli anni 60' le loro mete divennero le grandi citta' industriali del nord, alle quali si aggiunsero paesi d'oltralpe. Molti dei palazzi di Torino, Milano, della Gerrmania della Francia della Svizzera sono sorti grazie al lavoro dei manovali pugliesi, molte industrie sarebbero in difficolta' se mancassero all'improvviso operai e professionisti pugliesi.

Purtroppo la Puglia dispone di scarsa piovosita' , e gran parte del terreno e' di natura calcarea pertanto le acque seguono corsi sotterranei. Il problema della siccita' e' stato in parte arginato dall'acquedotto pugliese il quale porta in tutta la regione le acque del Sele. Quest'opera imponente, tra le piu' grandi al mondo (4000 Km di tubature) ha veramente dissetato la regione.

Il turismo e' molto sviluppato e rappresenta, assieme all'agricoltura, una delle principali fonti di reddito. Principali mete turistiche salentine sono le citta' marittime (Otranto, Santa Maria di Leuca, Gallipoli) ma anche le citta' dell'entroterra (Lecce, Galatina) ricche di monumenti barocchi.
 



home page

home page

indice della sezione

indice argomento





 

Personal Trainer

 
 
 
 

[home page]